FOCUS 
Finale Serie A1 femminile
Dopo la finale di Supercoppa e quella di Coppa Italia, arriva l’ultimo atto della sfida che ha caratterizzato il basket femminile italiano in questo 2020/21: al Taliercio va in scena gara 1 fra l’Umana Reyer Venezia e la Famila Wuber Schio.
di Paolo Sinacore @bigshotpaul


Dodici anni dopo l’ultima finale, addirittura 75 dall’unico scudetto conquistato; per l’Umana Reyer Venezia di coach Ticchi quella in programma alle 19 di stasera non è semplicemente gara 1 delle finali della Techfind Serie A1, ma un vero e proprio appuntamento con la storia. Dopo una stagione dominante, le attende l’ostacolo più grande: sulla loro strada, infatti, la Famila Wuber Schio che proverà a rimpolpare il suo già abbacinante palmares. Per le scledensi si tratta della diciannovesima finale assoluta, con il decimo scudetto (quello della stella) conquistato appena 2 anni fa. Ma stavolta, per continuare questa tradizione vincente, le ragazze di coach Vincent saranno costrette ad espugnare almeno una volta il Taliercio, campo che le vede sempre sconfitte dal 2019. 
Le padrone di casa dell’Umana coronano, con questo traguardo, una cavalcata iniziata dalla ripartenza in serie B del 2011, in un’escalation di risultati sempre migliori sugellata dal trionfo nella Supercoppa di quest’anno, proprio contro Schio. 
Per essere precisi, quella di oggi, pur essendo la prima finale di campionato in assoluto tra queste due compagini, è addirittura la terza stagionale che le vede contrapposte: oltre a quella di Supercoppa appena citata, va ricordata quella in Coppa Italia a Bologna, in quel caso vinta nettamente dalla Wuber.

Credits: Agenzia Ciamillo-Castoria

Per le padrone di casa ci sarà da scegliere quale straniera lasciare fuori di partita in partita. Con ogni probabilità si continuerà con la staffetta fra Fagbenle e Petronyte, visto il ruolo fondamentale di Anderson nello scacchiere di Ticchi. Discorso a parte per Natasha Howard, faro offensivo di Venezia con oltre 24 punti e 8 rimbalzi a referto, simbolo di un dominio che la proietta a papabile candidata per l’mvp.


Credits: Agenzia Ciamillo-Castoria

Per Schio le buone notizie sono date dal rientro di Giorgia Sottana, che già contro Ragusa ha avuto impatto (8 punti in 20 minuti di media), e dal buon momento di Sabrina Cinili, autrice di 11 punti in gara 2 di semifinale. La punta di diamante resta chiaramante l’mvp dell’ultima Coppa Italia, Sandrine Gruda. La francese ha impressionato nella serie contro le siciliane, e promette battaglia nello scontro diretto che la vede contrapposta a Natasha Howard.

Comunque la si vuol vedere, quello che ci apprestiamo a vivere è l’ultimo atto fra le due squadre più forti della stagione, la degna conclusione di un dominio che si è palesato anche durante i playoff. Infatti, in questa postseason, Venezia e Schio sono prime per punti segnati, percentuale dal campo, rimbalzi, e assist, a conferma di una superiorità a tratti disarmante. 
 

︎ Contact Us
Rome, Italy.