FOCUS 
Playoff Serie B: Chiusi vs Fiorenzuola
L’esaltante stagione della squadra di coach Bassi entra nel vivo: stasera inizia l’avventura playoff dell’Umana San Giobbe Chiusi, capolista del girone A. Sulla strada dei toscani i Fiorenzuola Bees, per la prima volta in assoluto in un campionato nazionale, e subito capaci di qualificarsi per la postseason.
di Donatello Viggiano @donavig

Credits:  @SanGiobbeBasket - Profilo Facebook

Un tour de force da 6 partite in poco più di due settimane per blindare il primo posto, con lo “sconto” dell’ultima ininfluente sfida che si sarebbe dovuta disputare mercoledì scorso sul parquet della già retrocessa Alessandria. È la San Giobbe Umana Chiusi a conquistare il primato al termine del girone A della Serie B. Non male per una matricola del terzo campionato nazionale, approdata in B a seguito di un ripescaggio estivo naturale conseguenza del primato in C Gold lo scorso anno al momento della sospensione. Un cambio radicale maturato nel giro di due stagioni, dalla Promozione (dominata sul campo) alla lotta per la A2, voluta dal patron della Reyer (nonché sindaco di Venezia) Luigi Brugnaro, che nella Val d’Orcia ha deciso di affiancare il basket alle sue già preesistenti attività commerciali.

Chiaro l’intento: costruire una seconda realtà, al più alto livello possibile, che possa permettere alla Casa Madre di far confluire in Toscana i migliori prodotti del suo ricchissimo vivaio. Ci sono già Criconia e ll prospetto Kiss (classe 2001), non è detto che non ne arrivino altri in futuro, da affiancare all’esperienza e solidità di una squadra capace di essere più forte anche del Covid che l’ha attanagliata per più di un mese, e nel periodo cruciale della stagione. Due toscani “doc” come Simone Berti e Nicola Mei i giocatori più navigati in un roster ripartito dalla conferma del solo Andrea Lombardo, nel quale innestare anche la concretezza di Luca Pollone, che coach Giovanni Bassi (insieme al sopraggiunto Minoli) ha voluto con sé dal mezzo miracolo di Palermo. Nel pitturato, invece, la pericolosità al tiro di Carenza, l’energia ed il vigore di Francesco Fratto e la classe di Matias Bortolin, sudamericano ’93 restituito alla pallacanestro che conta, dopo aver tanto lasciato ben sperare da giovanissimo. Tra gli “under”, detto di Criconia, importante il contributo di Zanini (5 punti 2.6 rimbalzi di media), mentre ha viaggiato addirittura a quasi 14 punti per gara il ’99 Raffaelli, proveniente da Empoli.

Chiusa la regular season con appena 4 sconfitte, è ora tempo di playoff, che al primo turno vede i toscani di fronte a Fiorenzuola, con vista su una impegnativa semifinale contro la vincente di Vigevano – San Miniato.

Eravamo partiti davvero molto bene, riscattando due sconfitte casalinghe negli scontri diretti con una seconda parte di campionato eccellente, che ci ha consentito di riprendere anche il primo post. Poi il Covid ci ha piegato, costringendo più di qualcuno anche a oltre 30 giorni di stop – il racconto di capitan Simone Berti – ma nonostante le tante partite dal 24 Aprile in poi, siamo riusciti nuovamente a conquistare il primo posto con grande attitudine al lavoro, pur non essendo facile mettere insieme un nuovo allenatore e tanti giocatori di buon livello, dovendo praticamente ripartire da zero dopo un anno terminato in anticipo”.


Credits: @SanGiobbeBasket - Profilo Facebook

Idee che sono rimaste chiare ed ambiziose (con la direzione sportiva di Giulio Iozzelli, ex Pistoia) nonostante la pandemia, nella consapevolezza di provare a radicarsi su un territorio che storicamente ha vissuto di pallavolo, prima che l’Emma Villas di A2 si spostasse a Siena, ma soprattutto senza sovraesporre troppo frettolosamente i suoi giovani più interessanti: “Siamo coscienti di far parte di un progetto ambizioso e di avere alle spalle una società solida e proiettata al futuro, con lo scopo di garantire un processo di crescita graduale ai ragazzi provenienti dalle giovanili – ha concluso l’ex Pino Dragons – affiancati da giocatori più navigati per questi livelli, con l’auspicio che in futuro possano essercene anche di stranieri, in caso di promozione in A2”.

Un traguardo distante ancora nove vittorie, a partire dalla gara 1 di stasera contro Fiorenzuola.

 

︎ Contact Us
Rome, Italy.